Ultimi Post

Papa Francisco va sulla via del Santuario del Signore Gesù dei Miracoli di Lima

Papa Francesco è partito questa domenica dalla residenza della Nunziatura Apostolica alla chiesa di Las Nazarenas, nel centro storico di Lima e sede del Santuario del Signore Gesù dei Miracoli, dove inizierà le attività dell’ultimo giorno del suo visita in Perù.

Prima di lasciare la residenza della Nunziatura Apostolica nel distretto di Jesús María, il papa è apparso su un balcone del secondo piano per benedire le centinaia di persone che lo aspettavano sul posto.

Image result for Pope Francisco goes on the way to the Sanctuary of the Lord Jesus of the Miracles of Lima

Il pontefice ha riassunto le sue attività per quel giorno e ha detto ai parrocchiani che “vorrebbe andare a messa” presso la base aerea di Las Palmas nel distretto di Sulco, che finirà le sue attività nel paese.

Più tardi, Francesco pregò un’Ave Maria con i parrocchiani e diede la benedizione e in seguito chiese loro di pregare per lui.

Uscendo dal Vaticano, Francisco salutò e benedisse i malati e gli anziani, ed entrò nella papamobile per iniziare un viaggio per le strade di Lima.

Nel santuario, il Papa parteciperà alla preghiera della mezz’ora, accanto a 500 religiosi di vita contemplativa, e pronuncerà un’omelia.

Poi si trasferirà nella Cattedrale, nella piazza delle Armi di Lima, per un momento di preghiera davanti ai resti dei martiri peruviani prima della presenza di 2.500 membri della Chiesa peruviana, dove non dovrebbe offrire discorsi.

Image result for Pope Francisco goes on the way to the Sanctuary of the Lord Jesus of the Miracles of Lima

Francisco incontrerà poi i 47 vescovi peruviani nel Palazzo Arcivescovile, situato su un lato della Cattedrale, davanti al quale farà un discorso e apparirà sul balcone del palazzo per pregare l’Angelus prima che migliaia di giovani si riuniscano per ascoltare lui.

L’atto finale della sua visita ufficiale e apostolica in Perù sarà di massa nella base aerea di Las Palmas davanti a una folla di parrocchiani, dopo di che saluterà il presidente peruviano Pedro Pablo Kuczynski all’aeroporto di Lima, da dove il suo volo per Roma.

Wales School annuncia che espellerà gli studenti che frequentano gli appuntamenti

Gli studenti di una scuola gallese dovranno essere molto discreti e controllare i loro desideri fino a quando raggiungeranno l’università, poiché il direttore di questa scuola ha avvertito che gli studenti che hanno un fidanzato o una fidanzata durante il soggiorno saranno espulsi.

Questa misura, rivolta soprattutto agli studenti di età compresa tra i 15 ei 17 anni, è stata imposta dal direttore del centro Toby Belfield che ha minacciato coloro che non hanno rispettato il regolamento con l’espulsione e con una lettera di raccomandazione negativa quando hanno tentato di entrare all’università.

Image result for Student

La Ruthin School lavora dal 1284 e studia per un anno a costi locali circa 34.500 sterline (39.300 euro), oltre al costo sociale di non essere in grado di mantenere relazioni sentimentali durante il soggiorno.

“I rapporti sentimentali possono iniziare all’università, non nella nostra scuola, farò questa raccomandazione ai membri del college e metterò una lista dei nomi di quegli studenti che hanno un fidanzato o una fidanzata”, ha detto Belfield nelle dichiarazioni del quotidiano britannico “The Times “.

Gli studenti non ne hanno ancora parlato perché non è chiaro se coloro che hanno una relazione preferiranno terminarlo per allungare la loro permanenza al college o sfidare il preside ad una norma più appropriata dei secoli passati.

“Gli studenti che non seguono la regola cercheranno una nuova scuola entro settembre”, ha avvertito Belfield.

Con un gesto comprensivo, il preside ha affermato che gli studenti non saranno direttamente espulsi, ma avranno l’opportunità di “rivedere” la loro relazione.

Image result for Student

“Il mio pensiero è che loro ei loro genitori mettono al primo posto l’istruzione”, ha aggiunto Belfield, che ha già impedito agli studenti della sua scuola di ordinare il cibo a casa quando sono a scuola.

Il provvedimento sembra essere in contrasto con un altro esposto la scorsa settimana dal governo del primo ministro britannico Theresa May, che ha annunciato la creazione di un Segretariato di Stato contro la solitudine, un problema che colpisce più di nove milioni di persone nel Regno Unito e che ora minaccia un piccolo scuola in Galles.