Ora Google può effettuare le tue chiamate e nessuno nota che si tratta di un robot

Il CEO dell’azienda ha presentato la nuova funzionalità del suo assistente digitale. Quando viene richiesto di effettuare una prenotazione, effettuare una chiamata a una persona in background con espressioni orali umane.

(Da Mountain View, inviato speciale) Google ha presentato martedì una nuova funzione che mostra come il sistema è in grado di effettuare chiamate con una voce umana e di conversare con un’altra persona senza accorgersi che si tratta di un robot.

Durante il suo intervento all’evento Google I / O, il direttore della compagnia, Sundar Pichai, ha mostrato due esempi in cui il sistema parlava di espressioni tipiche di una conversazione, come frasi o idiomi, che ha suscitato una delle più grandi espressioni di stupore dal pubblico per tutto il giorno.

Non è una novità che qualcuno possa prenotare un turno in un salone di bellezza con pochi clic. Con l’arrivo dell’assistente virtuale, questi clic vengono trasformati in un comando vocale. “OK Google, prenota un tavolo per quattro persone nel mio ristorante preferito.” La cosa normale è che l’assistente cerca la prenotazione attraverso l’applicazione dell’attività, ma non tutti hanno un tale sistema. A volte, è necessario effettuare una chiamata. E questo livello è stato già raggiunto dall’assistente.

Sundar Pichai, CEO of Google (Reuters)

La dimostrazione ha mostrato una chiamata a un parrucchiere, in cui è stato concordato un cambiamento nonostante il fatto che uno degli orari non fosse disponibile.

La seconda chiamata è stata ancora più difficile, dal momento che il dipendente del ristorante in cui si desidera effettuare una prenotazione ha una confusione con il messaggio. Il sistema capisce cosa sta succedendo e spiega di nuovo l’ordine, senza periodi di attesa o elaborazione inopportuni.

The Google assistant now has six different voices (all in English), to offer different tones and accents and make the conversation more natural (Reuters)

In entrambi i casi, nessuno degli interlocutori ha mostrato sospetto o stranezza a causa della situazione. Nessuno immaginava che fosse un assistente virtuale. Non c’era una persona dietro. Certo, qualcuno ha registrato la voce. Numerosi ingegneri hanno partecipato alla progettazione del sistema. Ma tutto suggeriva che c’era un umano dall’altra parte del telefono.

Questa sofisticata funzionalità, chiamata Duplex, non sarà ancora disponibile al pubblico, ma nelle prossime settimane Google prevede di utilizzare questa tecnologia per chiamare migliaia di aziende e consultare gli orari di apertura, dopodiché le informazioni verranno aggiornate nel motore di ricerca. Migliaia di impiegati che converseranno con un robot e, se mantengono quel livello, non lo scopriranno mai.

Please follow and like us:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Enjoy this blog? Please spread the word :)