La maggior parte dei dispersi dopo il terremoto a Taiwan è già stata salvata

I soccorritori di Taiwan che lavoravano in un periodo freddo e ripetuti sciami di assestamento sono stati in grado di salvare 50 persone rimaste intrappolate dopo il terremoto di magnitudo 6,4 che ha colpito l’isola martedì, e ora ci sono otto persone che rimangono disperse.

Nelle ultime ore e affrettato dal pericolo che ulteriori tremori potessero causare ulteriori crolli e morti, le squadre taiwanesi, appoggiate da esperti giapponesi e militari, hanno salvato decine di persone intrappolate in edifici danneggiati o parzialmente rovesciati.

Image result for Most of the missing after earthquake in Taiwan has already been rescued

“Le operazioni di salvataggio stanno andando molto bene e ad un ritmo incredibile”, ha detto oggi ai giornalisti il ​​sismologo coreano Sun Wen.

Un membro della squadra di salvataggio, Wu Jia-chi, che ha partecipato ad altre operazioni di salvataggio a Taiwan, ha dichiarato: “In questa occasione, il salvataggio è più complicato a causa delle numerose repliche e della mancanza di spazio di salvataggio che impedisce molti movimenti”.

Per ora, 9 persone sono state uccise e 270 ferite, mentre otto persone rimangono disperse, secondo gli ultimi dati rilasciati dalle autorità.

Si ritiene che le persone scomparse siano domestiche filippine al settimo piano dell’edificio residenziale Yunmentsuiti, nonché una coppia canadese e un bambino e quattro adulti cinesi presso l’Hotel Meilun, in dettaglio il centro operativo di emergenza di Hualien.

L’Ufficio Culturale ed Economico di Manila, che rappresenta gli interessi delle Filippine sull’isola, ha espresso la speranza che Melody Albano, 28 anni, non sarà nell’edificio e si troverà a breve.

“Speriamo che non sia nell’edificio”, ha detto il capo dell’Ufficio Informazioni presso l’ufficio, Guerry De Belen, che è venuto a Hualien per informarsi sulla posizione del suo connazionale.

Nel frattempo, i turisti cinesi, i più colpiti dal terremoto con quattro morti e cinque dispersi, hanno riferito di come hanno vissuto il terremoto.

Image result for Most of the missing after earthquake in Taiwan has already been rescued

Un turista cinese, che è stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni, ha perso il marito nel terremoto mentre suo figlio è stato salvato e ha avuto solo ferite lievi.

Altri cinesi raccontano come hanno lasciato il Meilun Hotel attraverso la finestra del primo piano, mentre alcuni nuovi arrivati ​​vogliono cancellare il loro soggiorno a Hualien per timore di nuovi terremoti.

Il salvataggio delle vittime viene effettuato in modo diverso rispetto allo scorso anno, quando un terremoto di magnitudo 6.6 ha colpito la città taiwanese di Tainan, dove l’edificio di Weiguan è crollato e sono morte 115 persone.

Ora a Taiwan c’è gente che pensa che il 6 febbraio sia una data di disastro per l’isola, poiché in due anni consecutivi si sono verificati terremoti con numerose vittime.

Molti degli sfollati ora trascorreranno il nuovo anno lunare, la principale vacanza sull’isola, in case di famiglia o di amici, o in due rifugi che ospitano 736 persone.

“Ora siamo senza casa e gli aiuti saranno consegnati solo dopo il nuovo anno, cosa faremo alle feste?” Chiesto uno dei colpiti presidente taiwanese Tsai Ing-wen durante la sua visita a Hualien oggi.

Please follow and like us:

Enjoy this blog? Please spread the word :)